Avviso agli Utenti

Gentile visitatore,

il nostro sito si sta rinnovando per permetterti di avere un'esperienza di navigazione più moderna e rendere maggiormente fruibili i contenuti presenti sul portale.
Per qualche giorno il sito subirà dei piccoli disservizi a causa della migrazione del database e di altri dati.
Ti ringraziamo per la pazienza.

Il Team di Soluzioni Fiscali.info

Tremonti | Detassazione degli investimenti in macchinari ex DL 78/2009
Revoca dell'agevolazione - Indicazione in UNICO 2011
In sede di compilazione del Modello UNICO 2011, occorre tenere presente che l'art. 5 co. 3 e 3-bis del DL 78/2009 prevede la revoca della Tremonti-ter se i beni oggetto di investimento sono ceduti a terzi o destinati ad attività estranee all'esercizio d'impresa entro il c.d. "periodo di sorveglianza" ovvero sono ceduti a soggetti aventi stabile organizzazione in Paesi non aderenti allo Spazio economico europeo entro il termine previsto per l'accertamento.
In pratica, i beni acquistati nel periodo 1.7.2009 - 31.12.2009 che hanno fruito della Tremonti-ter dovevano essere conservati nel patrimonio dell'impresa fino al 31.12.2010.
Sotto il profilo dichiarativo, il recupero dell'agevolazione avviene mediante una variazione in aumento da effettuare nel Modello UNICO 2011. In particolare, l'importo da assoggettare a tassazione in seguito alla revoca deve essere indicato nel Modello UNICO SC 2011 al rigo RF32 (codice 2), per i soggetti in contabilità ordinaria, e al rigo RT11, per le società che fruiscono del regime della tonnage tax.

Valore presuntivo dei coefficienti - Documenti in possesso degli uffici finanziari (Cass. 16.6.2011 n. 13289)
L'accertamento fondato sul c.d. "redditometro" rientra nel novero degli accertamenti standardizzati, per cui costituisce un sistema di presunzioni semplici, la cui gravità, precisione e concordanza si forma nel contraddittorio tra le parti, non essendo predeterminata dal Legislatore.
I giudici evidenziano che, in tale metodologia accertativa, il carattere legale presuntivo è attribuito, nel "vecchio" sistema, solo all'incremento patrimoniale, ove la spesa si presumeva sostenuta nell'anno di effettuazione e nei quattro precedenti.

Bilanci di liquidazione - Situazione infrannuale a valori di funzionamento(documento IRDCEC giugno 2011 n. 11)
Con riferimento alla riduzione del capitale sociale al di sotto del limite legale da parte dei soggetti che adottano i principi contabili nazionali, l'IRDCEC osserva che la situazione infrannuale (composta da Stato Patrimoniale, Conto Economico e Nota Integrativa) da presentare all'assemblea non può che costituire una fase cronologicamente e logicamente antecedente al concreto instaurarsi della liquidazione. Spetta ai soci, infatti, la decisione se ricapitalizzare la società, ovvero trasformarla e, solo laddove non intendano procedere nell'uno o nell'altro senso, si manifesterà concretamente la cessazione dell'attività d'impresa. Ne consegue che la medesima situazione infrannuale dovrà essere redatta nel rispetto dei criteri di cui agli artt. 2423 e ss. c.c., ossia adottando i criteri di funzionamento

Login Entra nell'Area Riservata

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Soluzioni Fiscali per restare sempre aggiornato sulle ultime novità!

Who's Online

 51 visitatori online

Forum

Links Utili